Tre busti classici per il Museo Archeologico di Venezia

Fablab Venezia ha realizzato tre riproduzioni di busti marmorei raffiguranti Adriano, Efestione ed Hera, appartenenti alle collezioni del Polo Museale del Veneto, occupandosi della stampa 3d delle statue e della loro finitura superficiale di base.

Cliente: Polo Museale del Veneto – Museo Archeologico di Altino
Grazie a: Artefab srls – dott. Massimo di Pirro

Le mani del Crocifisso trecentesco di Fossò

Fablab Venezia si è occupato della produzione di una coppia di mani lignee che potessero completare adeguatamente l’opera sacra, sostituendo le estremità attuali, che non si integravano in maniera armoniosa con il corpo del crocifisso.
In fase preliminare è stato necessario procedere alla scansione tridimensionale della statua del crocifisso, in modo da tradurre in digitale l’oggetto fisico e avere una base di lavoro virtuale. Dopo la scansione si è avviata la fase di modellazione 3d, è stato poi realizzato un prototipo in scala reale delle mani, utilizzando la tecnologia di stampa 3d a fusione di filamento, per valutarne la resa formale. Infine le mani sono state fresate da blocchi di legno utilizzando il nostro braccio robotico a sei assi attrezzato con un mandrino.

Crediti
Parrocchia di Fossò
Progetto ed esecuzione del restauro: Giorgia Busetto, Sara Grinzato
Direzione lavori: Monica Pregnolato – Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area Metropolitana di Venezia e province di Belluno, Padova e Treviso

Conifera – COSxMamou-Mani – Fuorisalone 2019

Conifera è un’installazione composta da 700 blocchi di bioplastica stampata in 3d, disegnata dall’architetto italo-francese Arthur Mamou-Mani per il brand COS. La realizzazione ha coinvolto per due mesi 4 laboratori di fabbricazione digitale, parte dell’innovativo network internazionale dei Wasp Hub: oltre al Fab.Pub di Mamou-Mani abbiamo partecipato noi, Superforma (MI) e Design for Craft (MA).

L’installazione è la più grande mai realizzata interamente in bioplastica ed è pensata per entrare in dialogo con gli ambienti del Seicentesco Palazzo Isimbardi, leggera e monumentale, è sospesa tra naturale e artificiale, tecnologia e artigianato.

Credits:
Architetti: Mamou-Mani ltd.
Ingegnerizzazione: Format Engineers
Fabbricazione digitale: Fab.Pub, Fablab Venezia, Superforma, Design for Craft
Materiali: Plantura Italia
Macchine: WASP

La mano del Colosso @ Homo Faber 2018

La mostra-evento Homo Faber, organizzata da Michelangelo Foundation all’interno della Fondazione Cini, nell’isola di San Giorgio a Venezia, intende valorizzare il meglio dei mestieri d’arte, contemporanei e tradizionali, e dei loro legami con il mondo del design.
Fablab Venezia ha contribuito alla realizzazione dell’allestimento “Singular Talents”: fabbricazione digitale e realtà aumentata accompagnano il visitatore alla scoperta dei laboratori artigiani di 12 maestri, ambasciatori di mestieri antichi e dell’artigianato d’eccellenza.
L’installazione, lunga circa cinque metri, è stata realizzata interamente grazie alla stampa 3d a filamento.
Formalmente, si è deciso di modellare una mano, dall’andamento morbido, che si andasse via via smaterializzando in una struttura reticolare.
L’intero volume delle dita e del palmo è stato suddiviso in parti di dimensioni adatte alla stampa, la cui connessione è stata risolta tramite linguette con la predisposizione dei fori per la successiva giunzione con viti.
L’approccio parametrico ha permesso di governare la complessità delle parti e, soprattutto, di disegnare e realizzare la parte reticolare, che è definita da un algoritmo in grado di trasformare semplici insiemi di punti in sistemi di nodi e aste.
I pezzi, stampati utilizzando le stampanti Wasp in dotazione al laboratorio (Delta 2040, Delta 4070, Delta 3mt), sono stati assemblati in macro sezioni, poi post-prodotte e rifinite utilizzando resine e stucchi appositi. Il processo si è concluso con una finitura tramite verniciatura di tutti i componenti.

Riproduzione del Capitello dei Mestieri di Palazzo Ducale

Fablab Venezia si è occupato della riproduzione di uno dei capitelli del famoso palazzo veneziano. Il modello così creato sarà di supporto alle attività per bambini organizzate dai Musei Civici: si richiedeva di ricreare il capitello in scala leggermente ridotta, facendo in modo che i vari elementi figurativi fossero staccabili e ricomponibili. Il processo ha previsto una prima fase di scansione tramite fotogrammetria dei vari elementi costitutivi del capitello; le diverse figure, e il capitello stesso suddiviso in 8 parti, sono state riprodotte tramite stampa 3d e successivamente trattate e finite per ottenere la superficie finale. Sono state predisposti due set di calamite, uno sulla superficie del capitello e uno sul retro dei pezzi per permettere l’assemblaggio.

Crediti:
finiture: Carlos Travaini
Committente: Musi Civici Veneziani

Alex Zanardi

Fablab Venezia si è occupato del disegno, sviluppo e produzione di un paio di guanti rigidi per il famoso sportivo, studiati appositamente per essere utilizzati durante le gare di triathlon su sedia a rotelle. L’iter di realizzazione è partito dalla scansione del pugno dell’atleta nella sua morfologia esterna e del calco della mano nella parte interna, nella posizione che avrebbe dovuto mantenere durante la gara. Attraverso un procedimento di reverse engineering è stato quindi prodotto il modello tridimensionale delle mani, che ha costituito il punto di partenza per la mdellazione del guanto protettivo, una sorta di guscio rigido che è stato poi stampato in 3d con tecnologia fdm. I guanti saranno successivamente rivestiti con una gomma per aumentare grip e comfort nella spinta.

Sistemi illuminanti parametrici

La serie di lampade studiate per la realizzazione tramite stampa 3d con tecnologia a deposizione fusa cerca di interpretare i limiti e le potenzialità di questo tipo di tecnologia per creare un oggetto funzionale, esteticamente piacevole e impossibile da realizzare con altri metodi. Per la generazione algoritmica della geometria è stato utilizzato il software Grasshopper.
I paralumi sono studiati per creare una doppia superficie che evita l’abbagliamento creando una luce diffusa. Il pattern esterno consente di superare la concezione tradizionale di “strato”, una costante inevitabile nel processo di stampa 3d FFF, creando dei percorsi non convenzionali,
che danno alla lampada un’estetica inaspettata e, a seconda dei materiali, diffondono la luce in maniera differente.

Salviati – Venezia 1859

Fablab Venezia si è occupato della modellazione, ingegnerizzazione e stampa 3d di una porzione della città di Venezia in scala 1:5000. La stampa costituiva la prima fase del processo di produzione di stampi per la realizzazione di un elemento dell’installazione ‘Decode / Recode’, in occasione del Fuorisalone 2017 a Milano.
Il modello tridimensionale è stato suddiviso in un numero adeguato di pezzi per la stampa, successivamente assemblati in moduli delle dimensioni richieste e adeguatamente predisposti per la creazione degli stampi.

Venetia Studium

Il lavoro fatto per l’importante azienda veneziana consiste nella scansione 3d e restituzione digitale di un manichino di piccole dimensioni e la successiva modellazione e prototipazione delle parti complementari quali braccia, in varie posizioni, e testa.

La stele di Rosetta

Modellazione e riproduzione in scala 1:1 della Stele di Rosetta per l’esposizione “J’Arrive – Napoleone Bonaparte, le cinque facce del trionfo”, presso l’Ex Chiesa di San Francesco a Udine. Le fasi di realizzazione dell’oggetto hanno previsto l’adattamento e ridefinizione del modello tridimensionale esistente, la stampa 3d con tecnologia FFF del modello suddiviso in sei pezzi, la stuccatura, verniciatura
e trattamento degli elementi per ottenere le finiture richieste e una buona leggibilità delle scritte sulla superficie.

Kuwait Pavilion @ Biennale di Architettura di Venezia 2016

Fablab Venezia si è occupato della fabbricazione degli elementi che compongono l’allestimento del padiglione del Kuwait alla XV Biennale di Architettura di Venezia. La realizzazione prevedeva una fase di fresatura delle isole in ‘foam’, la stampa 3d con tecnologia FFF dei vari modelli architettonici e la successiva verniciatura a ciclo ignifugo degli elementi completi.

weBBrobotica

Webb Robotica utilizza le dotazioni del Fablab Venezia per la produzione in stampa 3D di componentistica meccanica.

http://www.webbrobotica.it

Enjoy Venice

Enjoy Venice è uno di una serie di progetti d’Arte commestibile che necessita della partecipazione del publico.
Si tratta di un grande lecca lecca commestibile a forma di elemento architettonico veneziano.
Così come la città, il lecca lecca viene desiderato, comprato, consumato, perdendo alla fine la sua entità.

Across Chinese Cities – Beijing

I modelli della città di Pechino realizzati per la mostra Across Chinese Cities, si compongono in oltre 1500 pezzi assemblati in cinque sezioni di larghezza 19cm e lunghezza 7,2m. Il lavoro è stato commissionato per il padiglione della Cina alla Biennale di Architettura 2014 da Beijing Design Week e lo studio Dontstop architettura presentano “Across Chinese Cities – Beijing”, una ricerca sulla trasformazione spaziale della città di Pechino e del quartiere storico di Dashilar, come evento collaterale della 14. Mostra Internazionale di Architettura – la Biennale di Venezia. Ospitata all’interno della Tesa 100 dell’Arsenale Novissimo, “Across Chinese Cities – Beijing” interpreta l’articolata evoluzione architettonica e sociale della città, guardando alle sfide tra locale e globale, alla necessità di continuo adattamento, e alle esperienze di resilienza che Pechino affronta oggi, e per le quali può diventare un paradigma valido per molte altre città nel mondo.

Attualmente la mostra è ospitata presso il padiglione espositivo Antares di Vega Pst.

http://www.designboom.com/architecture/across-chinese-cities-beijing-venice-architecture-biennale-06-20-2014/
http://www.domusweb.it/it/architettura/2014/06/11/across_the_chinese_cities.html
https://land25.wordpress.com/2015/07/01/citta-universali-across-chinese-cities
http://www.wasproject.it/w/fablab-venezia/

Crediti Titolo Across Chinese Cities – Beijing
Organizzazione: Beijing Design Week
Curatori: Michele Brunello (DONTSTOP architettura) and Beatrice Leanza (Beijing Design Week)
Installazione speciale: Ma Yansong
In collaborazione con: Dashilar Platform, Neill Mclean Gaddes, Yijing Xu
Partecipanti: Per “Across City Sections”: Dontstop architettura Per “Across Dashilar”: Abitare China magazine, Approach Architecture, CAFA – Central Academy of Fine Arts, Matali Crasset, CYJO, Instant Hutong, Kenya Hara studio, LAVA design agency, Lumalu, Meta Hutongs, People Architecture Foundation, People’s Architecture Office, reMIX Architecture, SANS practice, Varvara Shavrova, Standardarchitecture, Studio Ramoprimo + MDDM Studio, The DaZhaLan Project (Cao Fei and Ou Ning), Jia Yong, MAD Architects, Michael Young, Hua xinmin, Cui Yong
Coordinamento: Beijing Gehua-Rizzoli Design Communication Co.,Ltd DONTSTOP architettura (Michele Brunello e Marco Brega) GA Holding Beijing Dashilar Investment Limited
Consulenti Senior: Ma Yansong, Stefano Boeri, Wu Chen, Wu Wenyi, Fang Zhenning, Zhu Xiaodi, Zhang Ke, Chen Zhanhui, Kengo Kuma, Cai Hongyan, Zeng Hui, Wang Zhizhong, Jia Rong
Allestimento: Silvia Bertolotti, Giorgio Donà, Massimiliano Savino, Shilong Tan, Giuditta Vendrame, Yibo Xu per DONTSTOP architettura with Omri Revesz studio e con la collaborazione di Donatello De Mattia
Official Sponsor: Shanghai Zendai Group Sunshine 100 China Holdings ltd.
Con il supporto di: Beijing Municipal Commission of Urban Planning Xicheng District People’s Government of Beijing Municipality Beijing Industrial Design Center Embassy of Italy in Beijing Fondazione Italia Cina City of Venice–Venice Expo Committee
Installazione “Across City Sections”: Xichen Zhang, Associate Professor, School of Design, Jiangnan University, China Fabbricazione digitale: Fablab Venezia Stampanti 3D Made in Italy: Wasp www.dontstoparch.it
Press Contacts: China Design News press.bjdw@chinadesignnews.com Lucia De Carlo +8613552550247 Twitter: @BjDesignWeek Dontstop architettura Giuditta Vendrame comunicazione@dontstopper.it +39 3468346017

Rubens Luciano S.p.A

RubensLuciano SPA, the leading Italian company in the Footwear Design business. Fablab Venezia ha il servizio di vendita di una stampante 3D Delta 2040 Wasp, e di formazione del personale specializzato per la gestione della macchina presso l’azienda.
Un bell’esempio di realtà aziendale che sceglie di frequentare il Fablab per governare al meglio la “digital revolution” che il settore produttivo Veneto sta affrontando. La possibilità di realizzare in sede, attraverso la prototipazione rapida e a basso costo delle stampa FFF, porterà sicuramente ad un compimento delle scelte progettuali e ad una ottimizzazione delle risorse economiche.

http://www.rubensluciano.com

Carlo Grespan

Carlo Grespan è deciso ad unire le sue due passioni: la musica ed il restauro.
Nel 2014 è stato selezionato per il progetto europeo “Manifattura Digitale” organizzato e tenuto dalla Confartigianato di Venezia e dal Fab Lab Venezia in cui le nuove tecnologie – dalla stampa 3D al taglio laser – incontrano i mestieri artigiani.
Al Fablab modella e stampa in 3D parti di ricambio per diversi strumenti musicali.

https://officinesonore.eu/

LAB23

Lab23, urban&outdoor solutions. L’azienda veneziana, si contraddistingue per qualità dei prodotti, dinamicità sul mercato e collaborazioni con designer internazionali come Zaha Hadid, Massimiliano Fuksas, Karim Rashid. Fablab Venezia è partner da anni di Lab23 con la quale ha collaborato alla progettazione, modellazione e prototipazione di arredo urbano.

www.lab23.it

BEFeD

BeFed è una nota catena di ristoranti di galletto alla brace e birra artigianale. Sempre alla ricerca di novità per i loro clienti , non potevano non notare subito quanto accattivante sarebbe stato il loro logo stampato in 3D!
Un galletto BEFeD rosso fuoco troneggia impettito nel locale di Mestre pronto per farsi fotografare con i numerosi clienti.

www.befed.it